Gli imballaggi

 
L’art. 218 (definizioni), al comma 1, specifica: “Ai fini dell’applicazione del presente Titolo si intende per:

a) imballaggio
: il prodotto, composto di materiali di qualsiasi natura, adibito a contenere determinate merci, dalle materie prime ai prodotti finiti, a proteggerle, a consentire la loro manipolazione e la loro consegna dal produttore al consumatore o all’utilizzatore, ad assicurare la loro presentazione, nonché gli articoli a perdere usati allo stesso scopo;


b) imballaggio per la vendita o imballaggio primario: imballaggio concepito in modo da costituire, nel punto vendita, un’unità di vendita per l’utente finale o il consumatore;

c) imballaggio multiplo o imballaggio secondario: imballaggio concepito in modo da costituire, nel punto vendita, il raggruppamento di un certo numero di unità di vendita, indipendentemente dal fatto che sia venduto come tale all’utente finale o al consumatore, o che serva soltanto a facilitare il rifornimento degli scaffali nel punto vendita. Esso può essere rimosso dal prodotto senza alterarne le caratteristiche;

d) imballaggio per il trasporto o imballaggio terziario: imballaggio concepito in modo da facilitare la manipolazione ed il trasporto di merci, dalle materie prime ai prodotti finiti, di un certo numero di unità di vendita oppure di imballaggi multipli per evitare la loro manipolazione ed i danni connessi al trasporto, esclusi i container per i trasporti stradali, ferroviari marittimi ed aerei”.
 
 
 
L’allegato E, comma 2, al Dlgs 152/06 inoltre, specifica che la definizione di “imballaggio” è basata sui criteri seguenti:


CRITERIO ARTICOLI CONSIDERATI IMBALLAGGIO ARTICOLI NON CONSIDERATI IMBALLAGGIO
Sono considerati imballaggi gli articoli che rientrano nella definizione di cui sopra, fatte salve altre possibili funzioni dell’imballaggio, a meno che tali articoli non siano parti integranti di un prodotto e siano necessari per contenere, sostenere o preservare tale prodotto per tutto il ciclo di vita e tutti gli elementi siano destinati ad essere utilizzati, consumati o eliminati insieme
Scatole per dolci; Involucro che ricopre la custodia di un CD
Vasi da fiori destinati a restare con la pianta per tutta la durata di vita di questa; Cassette di attrezzi; Bustine da tè; Rivestimenti di cera dei formaggi; Budelli per salumi.
Sono considerati imballaggi gli articoli progettati e destinati ad essere riempiti nel punto vendita e gli elementi usa e getta venduti, riempiti o progettati e destinati ad essere riempiti nel punto vendita, a condizione che svolgano una funzione di imballaggio
Sacchetti o borse di carta o di plastica;
Piatti e tazze usa e getta; Pellicole di plastica trasparente; Sacchetti per panini; Fogli di alluminio;
Cucchiaini di plastica; Posate usa e getta.
I componenti dell’imballaggio e gli elementi accessori integrati nell’imballaggio sono considerati parti integranti dello stesso. Gli elementi accessori direttamente fissati o attaccati al prodotto e che svolgono funzioni di imballaggio sono considerati imballaggio a meno che non siano parte integrante del prodotto e tutti gli elementi siano destinati ad essere consumati o eliminati insieme Etichette fissate direttamente o attaccate al prodotto Spazzolino del mascara che fa parte del tappo della confezione; Etichette adesive incollate su un altro articolo di imballaggio; Graffette; Fascette di plastica;  Dispositivo di dosaggio che fa parte del tappo della confezione per i detersivi



Sono state predisposte due liste di riferimento, esemplificative e non esaustive, degli articoli di “Imballaggio” (lista  n°1) o “Non Imballaggio” (lista n°2).
 
 
 
Attenzione:
- ciascun articolo illustrato/indicato nelle liste può essere composto anche di materiali diversi da quello dell’articolo eventualmente raffigurato nell’immagine;
- in corrispondenza degli articoli per i quali sono previste procedure di forfetizzazione o esenzione dal contributo ambientale o specifiche esclusioni deliberate dagli organi consortili, è indicato un esplicito richiamo.