Biomassa

 Cosa è la biomassa

Il termine biomassa indica tutti quei materiali di origine organica (animale o vegetale) che sono utilizzati per la produzione di energia e non hanno subito alcun processo di fossilizzazione. La differenza seppur possa sembrare sottile è fondamentale da un punto di vista di emissione di CO2 in atmosfera, infatti tramite l'utilizzo di materiali che hanno subito processi di fossilizzazione (come ad esempio petrolio, metano, carbone etc) andiamo ad immettere in atmosfera CO2 che diversamente rimarrebbe fissata nel sottosuolo e quindi fuori dal ciclo del carbonio. L'utilizzo di energia che proviene invece da materiali non fossilizzati accelera solamente il ciclo naturale del carbonio senza variare l'apporto in atmosfera di CO2. E' per questo motivo che quando si parla di biomassa si parla di energia rinnovabile.

Per sua definizione la biomassa quindi è sempre legata al mondo dell'agricoltura. In caso di biomassa animale essa deriva dai liquami degli allevamenti, in caso di biomassa vegetale essa deriva da residui di coltivazioni o da coltivazioni dedicata alla creazione di biomassa.

Opportunità per gli agricoltori
In un momento di crisi nel settore agricolo come quello attule l'investimento nella produzione di biomassa può essere una interessante strada alternativa alla agricoltura tradizionale.

La filiera agroenergetica
La produzione di energia da biomassa è costituita solitamente da 3 grandi fasi, la produzione della biomassa, la trasformazione della biomassa in un vettore energetico, la traformazione in energia elettrica o calore.

•Produzione della biomassa
Rispetto ai combustibili fossili la biomassa ha caratteristiche molto diverse, tra le quali quella più evidente e vincolante è una reperibilità non continua e talvota una bassa concentrazione di energia che ne limita quindi l'appetibilità al trasporto in questa forma. Per questi motivi è molto frequente lo stoccaggio di biomassa anche per lunghi periodi di tempo.

•Trasformazione in un vettore energetico
Difficilmente la biomassa può essere utilizzata direttamente per produrre energia, solitamente è necessario un processodi trasfrormazione in modo da ottenere un biocombustibile (come ad esemoio biogas, biodiesel,syngas, olio vegetale, ecc.). Si tratta della fase probabilmente più tecnologica e delicata e di tutta la filiera agroenergetica. La scelta dell'idoneo processo di trasformazione dipende dalle tutte le caratteristiche della biomassa, ad esempio dalla pezzatura, umidità e composizione organica. I processi sono quindi di varia natura: per combustione diretta, per gassificazione, per digestione anaerobica, per estrazione meccanica e altri.

•Conversione in energia elettrica o calore
Per la conversione in energia elettrica e calore si utilizzano i comuni sistemi energetici cogenerativi che si usano anche per le fonti non rinnovabili come ad esempio motori endotermici, microturbine a gas etc.

Soluzioni
Tenendo conto della caratteristiche del territorio, delle richieste energetiche, degli incentivi esistenti e di molti altri fattori Mandy è in grado di suggerire e guidare verso sistemi di produzione di energia da biomassa estremamente efficienti e convenienti. Solo tramite un approccio professionale e completo è possibile ottenere soluzioni vincenti e durature.
Consulta la pagine referenze per vedere dove abbiamo già applicato questo modello vincente.